Ti raccontiamo la storia di Iacopo, un bambino che ha avuto la fortuna di vivere un Natale magico, nel vero senso della parola. Spiacevoli avvenimenti gli avevano tolto il sorriso, ma da quando ha scoperto che Babbo Natale esiste sul serio, la sua vita è cambiata per sempre!

Iacopo è figlio unico, vive con il papà in un piccolo appartamento di Roma.

Circa 4 anni fa il papà e la mamma di Iacopo si sono separati, e il bambino vede la mamma ogni 2 o tre settimane, perché il nuovo compagno della donna non vuole occuparsi di lui, così la mamma lo ha affidato al papà, che è sempre triste, perché la mamma di Iacopo lo ha lasciato solo.

La mamma e il papà di Iacopo si sono separati quando lui aveva 6 anni, tre giorni prima della vigilia di Natale.

Da quel momento Iacopo smise di amare il Natale, e il 25 dicembre per lui era il giorno più triste dell’anno!

L’anno scorso la zia materna di Iacopo decise che anche il suo nipotino, come gli altri bambini, doveva amare il Natale e preparò per lui il Natale magico che ogni bambino sogna.

Pianificando il Natale magico

Babbo Natale che legge la letterina

Mancava una settimana alla vigilia di Natale e la zia di Iacopo stava seduta sul sofà a riflettere. Pensava a una sorpresa speciale che facesse tornare il sorriso negli occhi del nipote, proprio il giorno di Natale. Purtroppo, quest’anno la mamma di Iacopo non sarebbe venuta a salutarlo la vigilia di Natale e lui avrebbe sofferto tantissimo.

È maestra elementare la zia di Iacopo e per la sua classe organizza tutti gli anni qualcosa di speciale.

A un tratto, quel pomeriggio, ripensò alla festa di Natale che aveva organizzato per la sua classe. Ci aveva contattati, pur non sapendo nulla di noi. Era rimasta profondamente colpita dai servizi che offriamo, visibili sul nostro sito internet. (Se ti capita di dare un’occhiata noterai la nostra  incredibile offerta!)

Rifletté su quanto i bambini si fossero divertiti e fossero rimasti impressionati dallo spettacolo degli elfi con Babbo Natale, che sul finire dello show era entrato a distribuire dolcetti, stupendo tutti i bambini per la sua effettiva somiglianza con il Babbo Natale delle fiabe!

Subito si ricordò che l’elfo Animatore le raccontò che spesso si trovava dalle famiglie sotto Natale, per ritirare la letterina da consegnare a Babbo Natale. Poi ricordò che anche un’altra classe si era avvalsa dei nostri magici servizi, perché una collega, ancora sbalordita, le raccontò che non era mai riuscita a suscitare alcun interesse nei suoi scalmanati alunni, ma quel giorni con gli elfi di Saltimbanco, i bambini erano impazziti per la tombola di Natale!

Così la zia di Iacopo pensò che doveva ricontattare, noi di Saltimbanco Animazione, e forse chissà, anche Iacopo avrebbe riacquistato di nuovo il sorriso a Natale.

Il bimbo che non rideva mai

Una volta fissato l’appuntamento con la zia di Iacopo per il giorno in cui l’elfo sarebbe arrivato a ritirare la letterina, la zia di Iacopo doveva fare una cosa molto importante: doveva convincere il piccolo Iacopo a scrivere la letterina a Babbo Natale, così da portare avanti la nostra sorpresa, ma non era un’impresa facile.

Iacopo era molto arrabbiato con sua mamma, tanto che non voleva più risponderle al telefono. La zia non sapeva come convincere Iacopo a distrarsi e a scrivere la letterina… Cercò di approcciare il piccolo Iacopo ma non ci fu nulla da fare.

Presa dallo sconforto, la zia di Iacopo decise di tornare l’indomani mentre Iacopo era fuori a passeggiare con  il papà.

Gli indizi sui regali e la letterina

La zia di Iacopo frugò nella camera di Iacopo, sperando di trovare qualche indizio sui suoi gusti, per provare a scrivere lei la letterina al suo posto. Trovò un grosso quaderno rosso. Era il diario di Iacopo.

Scoprì che Iacopo non parlava mai del suo stato d’animo verso la mamma. Scriveva favolette, e ….

Erano storielle sul Natale! Iacopo credeva ancora nel Natale, ma non voleva più festeggiarlo!

La zia trovò tanti riferimenti ai regali che il nipote avrebbe desiderato chiedere a Babbo Natale. Scrisse subito la letterina con lo stesso entusiasmo velato, che traspariva nelle pagine del diario di Iacopo.

L’officina di Natale di Saltimbanco animazione

Intanto nell’officina di Saltimbanco Animazione, gli operatori si davano da fare. Devi sapere che per assemblare i pacchi natalizi ci sono un sacco di cose da fare!

  • bisogna ordinare le buste per contenere i pacchi
  • occuparsi dell’imbottitura del pacchetto
  • ordinare le pennette USB magiche, attraverso cui si può vedere il video di Babbo Natale che parla ai bambini
  • scegliere i nastri con cui legare i fiocchi
  • recuperare i loghi adesivi di Saltimbanco da mettere all’interno del pacco

Un nostro operatore si preoccupa di analizzare con cura ogni pennetta USB per essere sicuro che funzioni perfettamente. Ma se capitasse che arrivati a casa la pennetta non funziona più?

Per evitare intoppi, carichiamo ogni video messaggio su un portale, e inviamo ad ogni cliente il link personale del proprio video messaggio, così siamo certi che Babbo Natale arriverà in ogni casa, e parlerà con tutti i nostri bambini.

Ah! dimenticavo!  All’interno del pacco inseriamo anche i nostri auguri di Natale personalizzati!

E poi, dobbiamo pensare a tutti i bimbi che non possono richiedere la visita del nostro elfo! Sì, perché le loro mamme e i loro papà possono venire a ritirare il pacco con il video messaggio direttamente qua da noi in Agenzia, a Roma sud o a Roma nord.

Ma ritorniamo da Iacopo …

L’elfo di Natale

Una sera Iacopo stava nella sua camera, imbronciato.

Mancavano 4 giorni alla vigilia di Natale, e lui sapeva che la mamma non sarebbe venuta a salutarlo.

Il papà era sul sofà pensieroso e scuro, come sempre, quando sentì suonare alla porta. Aperta la porta si vide di fronte ad un elfo vestito tutto di verde e rosso. Era una ragazza giovane con due grossi occhioni sorridenti, che al colmo dell’entusiamo si annunciò come l’elfo di Natale che veniva per conto di Babbo Natale a ritirare la letterina di Iacopo.

Proprio quel giorno la zia di Iacopo era venuta a fare visita ai due, e sentendo la voce sonante dell’elfo e le risposte impacciate del papà sbalordito, la zia si precipitò ad accogliere l’elfo di Natale.

Chiamò a gran voce Iacopo, che arrivò con la sua aria annoiata. Appena gli occhi del bambino incontrarono quelli dell’elfo, Iacopo fece fatica a trattenere un sorriso che sembrava volergli piegare le labbra!

L’ elfa salutò Iacopo, di cui conosceva la storia, tramite la zia; con grande affetto si inginocchiò di fronte a lui e gli disse che era venuta per ritirare la sua letterina di Natale e a portargli i saluti di Babbo Natale in persona!

Iacopo per la prima volta si sentiva al centro dell’attenzione, ma non voleva cedere di fronte alla zia e al papà che ancora non aveva compreso cosa stava accadendo.

Il bimbo disse, con tono seccato, che lui non aveva letterine per Babbo Natale e scappò in camera. La zia, allora, disse che Iacopo aveva scritto tutto nel suo diario, prese una busta e disse che quella era la letterina di Iacopo con la lista dei regali, e ringraziò l’elfa per la pazienza e per ciò che aveva fatto per il nipote.

Il Natale magico di Iacopo

Video Babbo Natale

La vigilia di Natale a casa di Iacopo si svolgeva come un giorno qualunque, nonostante il papà si fosse sforzato di organizzare una buona tavola e avesse preparato l’albero con un regalo per Iacopo, il bimbo non aveva interesse per la festa, e manteneva il suo visino triste.

Il campanello suonò e alla porta, c’era di nuovo la stessa elfa entusiasta di quattro sere fa.

Il papà assunse di nuovo l’espressione smarrita e fece entrare l’elfa di Natale. L’elfa portava con sé un grosso saccone e disse che doveva consegnare i regali di Iacopo!

Iacopo stava dietro la porta della cucina a spiare l’ingresso e non riuscì a trattenersi nel correre a vedere.

L’elfa prese in braccio il piccolo Iacopo, aprì il saccone e gli fece vedere tanti pacchi regali. Iacopo vide che solo un pacchetto aveva un bigliettino da parte della mamma e non volle prenderlo.

Poi notò che era rimasto solo un pacco. E c’era scritto: da parte di Babbo Natale.

L’elfa gli disse che quello era un regalo speciale! Per la prima volta, Iacopo si convinse e volle aprire il pacco. C’era una simpatica pennetta USB che aveva la forma di Babbo Natale.

L’elfa le disse di prendere il pc. Iacopo corse a prenderlo e appena inserita la chiavetta si vide proiettato all’interno della baita di Babbo Natale. Un babbo Natale con la barba bianca e tutto vestito di rosso se ne stava seduto di fronte al camino e dondolandosi, teneva in mano un foglio.

Era la letterina di Iacopo, diceva che lui sapeva che Iacopo non aveva mai voluto scrivergli direttamente, ma lui, Babbo Natale, aveva comunque ricevuto la sua letterina con tutti i regali che lui aveva scritto nel suo diario segreto.

Iacopo era senza parole, incantato e al settimo cielo allo stesso tempo! Babbo Natale dimostrò di conoscere bene Iacopo, e gli disse che non doveva pensare nemmeno per un attimo che la mamma non gli volesse bene.

Lui poteva dimostrare che non era così, perché lui poteva mettersi in contatto con la mamma quando voleva.

Così Babbo Natale fece a Iacopo la più bella sorpresa che potesse immaginare. All’improvviso sullo schermo si aprì una finestrella e all’interno c’era la mamma di Iacopo, che spiegò al bimbo il suo dolore per non essere potuta venire.

Gli disse che lo pensava ogni momento della sua vita e che doveva festeggiare il Natale pensando che lei gli era vicino. Appena sarebbe venuta a trovarlo, lui gli avrebbe raccontato tutto quello che aveva fatto.

E così accadde.

Tutti possono avere un Natale magico

Quest’anno Iacopo si sta preparando a festeggiare il Natale, con il massimo dell’entusiasmo, e così farà ogni anno.

Dopo il suo Natale magico, il papà ha preso coraggio e ha chiesto alla mamma di parlare delle cose che non hanno funzionato fra loro, causando la separazione.

Così, questo Natale Iacopo lo passerà anche con la sua mamma, che è tornata a vivere con la famiglia, sancendo per sempre la felicità di Iacopo.

E tu? Come vuoi che sia il tuo Natale? Se vuoi richiedere i nostri elfi di Babbo Natale, un video messaggio con il Babbo Natale autentico o hai una richiesta speciale da farci, non esitare a contattarci!

Siamo qui per cambiare per sempre il tuo Natale!

Ti aspettiamo, e … Buone Feste!